Coefficienti di rivalutazione TFR: tabella storica

Coefficienti di rivalutazione TFR

Ogni mese l’INPS pubblica un valore detto coefficiente di rivalutazione TFR. Questo dato serve a sapere la percenutale di interesse da applicare al TFR maturato in precedenza in modo da adeguarlo al costo della vita.

Esiste una tabella apposita con dentro tutti i coefficienti anno per anno, che io ti inserirò più in basso in questo articolo. Se vuoi calcolarti manualmente il tuo TFR clicca sul seguente link: Come calcolare il TFR

Cosa serve per ottenere una richiesta anticipo TFR

Durante la vita può capitare che si è costretti a dover fare una richiesta di anticipo TFR per far fronte ad esigenze improvvise e costose.

La legge prevede che si possa richiedere un acconto del TFR per necessità, fermo-restando che essa sia dimostrata (la necessità) e che il rapporto lavorativo sia in corso da non meno di 8 anni. In ogni caso, l’anticipo massimo che puoi richiedere non potrà superare il 70% del TFR che hai accumulato fino a quel momento.

Argomenti dell’articolo:

Esempio di calcolo tassazione TFR

Quando andiamo in pensione, o in ogni caso, ogni qual volta concludiamo un rapporto di lavoro con un’azienda (oppure anche con il settore pubblico), andiamo a percepire il TFR maturato durante quegli anni.

Questo TFR, però, non viene corrisposto così come risulta dall’ammontare in busta paga ma va tassato. La tassazione risulta essere un tantino arzigogolata, motivo per il quale in molti hanno problemi a capire come mai a qualcuno prelevano un determinata percentuale, ad altri di più. di meno, e così via.

Eccoti un esempio di calcolo tassazione TFR:

Per prima cosa occorre immediatamente mettere in chiaro che la tassazione del TFR varia di molto in base ad un parametro:

  1. Il TFR è gestito dall’azienda, o per lo meno per la parte rimasta in azienda.
  2. Il TFR deriva da una gestione complementare.
Argomenti dell’articolo:

Come si calcola il TFR

Ricordo, che quando ero ancora un lavoratore dipendente molti miei colleghi cercavano di capire come si calcola il TFR. Questo perché, leggere ed interpretare una busta paga sembra essere diventata una scienza occulta…

Allora, vediamo di capire bene come si calcola questo benedetto TFR.

Esso si calcola a partire dalla retribuzione annua lorda – cioè da tutti gli stipendi lordi compresi tredicesime, quattordicesime, premi produzione e quant’altro si assomma per formare la retribuzione aziendale alla conclusione dell’anno fiscale – e può essere versata dalla tua azienda con una cadenza mensile, trimestrale, semestrale o annuale (in base alla procedura contabile usata dall’azienda).

Tuttavia, anche se l’azienda (o lo Stato nel caso di pubblico impiego) può utilizzare diverse cadenze per i versamenti, dal punto di vista del lavoratore, esso è da considerare mensile con attribuzione al quindicesimo giorno del mese. In pratica se lavori per almeno 15 giorni, durante il primo o l’ultimo mese di impiego, il trattamento di fine rapporto (mensile) ti viene considerato per intero.

Argomenti dell’articolo:

L’analisi fondamentale nel trading

Guadagnare con l'analisi fondamentale

Se fai trading online, o in ogni caso investi nei mercati mobiliari, allora è molto probabile che tu abbia già sentito parlare della cosiddetta analisi fondamentale.

Con questo articolo voglio darti un approfondimento su questo argomento, in modo che potrai trovare le informazioni necessarie a capire di cosa si tratta e quali sono i principali strumenti per un’analisi fondamentale accurata.

Argomenti dell’articolo:

Mi conviene lasciare il TFR in azienda?

Dal primo gennaio 2007 i dipendenti di imprese private possono scegliere la modalità di gestione del proprio TFR. Questo ha comportato il dover prendere una decisione se lasciare il TFR in azienda oppure procedere con una gestione privata.

Vediamo cosa prevede la legge in materia.

Sostanzialmente la legge suddivide i dipendenti in 2 categorie: quelli che lavorano in piccole imprese che hanno meno di 50 dipendenti, e quelli che lavorano in imprese con 50 dipendenti o più.

Argomenti dell’articolo:

Come puoi investire i tuoi risparmi?

Se stai pensando a come investire i propri risparmi in modo da vederli crescere sei nella pagina giusta per scoprire le migliori strategie di investimento e i relativi rischi.

Il termine investimento indica un’attività posta in essere, con impiego di denaro, da un investitore e volta ad incrementare le proprie risorse e quindi a ricavare un utile.

Chi vuole fare un investimento impegna delle risorse finanziarie al fine di ottenere un reddito o un utile. Per iniziare un investimento quindi hai necessità di impegnare delle somme di danaro, già nella tua disponibilità o prese in prestito da un istituto di credito.

L’obiettivo è quindi avere un guadagno, tuttavia le attività di investimento hanno anche un certo rischio di avere delle perdite. Nella maggior parte dei casi maggiore è il rendimento ottenibile e maggiore è anche il rischio connesso, quindi devi affrontare ogni investimento dopo aver riflettuto bene.

Argomenti dell’articolo:

Come guadagnare con le opzioni binarie

Guadagnare con le opzioni binarie

In questi ultimi anni è fiorita una vera e propria moda finanziaria su come investire e guadagnare con le opzioni binarie, note anche con il nome di opzioni digitali.

Si tratta di un particolare tipo di opzione in cui il profitto non si calcola come differenziale fra due valori in acquisto e vendita ma viene prestabilito nel contratto di stipulazione.

In particolar modo le opzioni binarie prevedono due possibilità, da cui appunto deriva la parola “binarie”:

  • Indovini il trend di mercato: in questo caso vai a guadagnare quanto dichiarato nel contratto.
  • Sbagli la previsione del mercato: e quindi perdi quanto investito.

In pratica, nel momento in cui avvii l’investimento, devi solo indovinare come si comporterà il prezzo del titolo nell’immediato futuro. Se indovini guadagni la percentuale dichiarata, altrimenti perdi la puntata!

Argomenti dell’articolo:

Spunti per investire senza rischi

Uno dei problemi più sentiti dagli investitori di prima esperienza è sicuramente quello su come investire senza rischi. La domanda è tutt’altro che banale e comporta una serie di decisioni da valutare attentamente.

Un risparmiatore a davanti a sé un’ampia scelta di strumenti finanziari su cui puntare, tutti con i suoi pro e i suoi contro e tutti validi in particolari situazioni e pericolosi in altre.

Argomenti articolo:

Come investire oggi senza sbagliare

Un cosa te la voglio dire subito:  come investire oggi, non è il massimo per una persona! Il mercato è diventato complicato da interpretare, grandi nubi si continuano a scorgere all’orizzonte, e tutti hanno la sensazione che il peggio purtroppo non sia ancora arrivato.

Non importa quello che ti dicono in televisione, sei preoccupato e ti domandi come puoi investire in questo determinato periodo storico!

Analizzando bene il tutto, mi sono reso conto di alcuni eventi importanti che sono inevitabili e che influenzeranno l’andamento dei mercati nei prossimi decenni in alcuni settori strategici molto importanti per chi desidera investire bene.

Argomenti dell’articolo:

Informativa sui Cookies
Su questo sito utilizziamo strumenti di terze parti che si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy.  I cookie tecnici sono sempre abilitati. Puoi scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitandoli, ci permetterai di offrirti un’esperienza migliore sul sito.